Seguici su

Innovazione

Futures sugli indici USA: gli E-mini S&P 500

I futures sugli indici azionari (ibroker.it/Indici) sono molto popolari nel mercato dei futures e gli E-mini S&P 500 sono in assoluto tra i contratti futures azionari più negoziati

Pubblicato

il

I futures sugli indici azionari (ibroker.it/Indici) sono molto popolari nel mercato dei futures e gli E-mini S&P 500 sono in assoluto tra i contratti futures azionari più negoziati. Questi contratti sono tra i modi più efficienti, liquidi e convenienti per ottenere un’esposizione al mercato dello S&P 500, noto indice azionario statunitense.

Non solo i contratti E-mini S&P 500 futures sono regolati in contanti, ma forniscono anche agli investitori una soluzione valida per coprire la loro esposizione al mercato azionario statunitense. Inoltre, grazie a questi contratti, gli investitori possono accedere al mercato azionario statunitense senza possedere realmente i titoli delle singole società.

Cos’è l’indice S&P 500?

Conosciuto anche con il nome completo di Standard & Poor’s 500 Index, lo S&P 500 è un indice del mercato azionario statunitense. È un indice ponderato per la capitalizzazione di mercato che comprende le 500 maggiori società quotate in borsa del mercato statunitense. L’indice è uno degli indici azionari più seguiti ed è solitamente considerato la migliore rappresentazione del mercato azionario statunitense.

Calcolato per la prima volta nel 1926 come indice di 90 azioni dalla Standard Statistics Company, l’indice è diventato Standard and Poor’s Index quando la Poor’s Publishing si è fusa con la Standard Statistics Company per formare la Standard & Poor’s nel 1941. L’indice è stato ampliato alle attuali 500 società ed è stato rinominato S&P 500 Index nel Marzo 1957. Oggi è pubblicato e gestito da S&P Dow Jones Indices LLC.

Poiché lo S&P 500 è un indice ponderato per la capitalizzazione, le società con una maggiore capitalizzazione di mercato contribuiscono maggiormente all’indice. Infatti, le 10 maggiori società dell’indice rappresentano circa il 21,8% della performance dell’indice.

L’indice è molto utilizzato come indicatore della direzione del mercato azionario statunitense. Sono stati creati molti prodotti finanziari che seguono l’indice S&P 500, come appunto i contratti futures, tra cui i futures E-mini S&P 500.

Cosa sono i futures E-mini S&P 500?

I futures sono contratti derivati che costringono l’acquirente ad acquistare e il venditore a vendere il bene sottostante (indici, materie prime, ecc.) a una data e a un prezzo futuri determinati in precedenza.

Il future S&P 500 è un future sugli indici azionari in cui l’attività sottostante è l’indice S&P 500. Si tratta di un contratto liquidato in contanti, in cui le parti in causa effettuano o ricevono il pagamento del valore del prodotto indice sottostante in una data futura, secondo un modello di prezzo già concordato.

I futures E-mini S&P 500 sono un tipo più accessibile di future sullo S&P 500 che vale un quinto del valore del contratto standard S&P 500 futures. Naturalmente, la “E” di E-mini sta per “electronically traded”, mentre “mini” sta per una frazione del contratto standard. Esistono contratti E-mini anche per altri futures sugli indici azionari, come il Russell 2000, il Nasdaq 100 e il Dow Jones.

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.