Seguici su

Cybersicurezza

Come avere il pieno controllo dei dati personali in 8 mosse

Basta che qualche malintenzionato entri in possesso di informazioni personali per causare furti d’identità o altri costosi crimini, con conseguenze che durano per anni

Pubblicato

il

Proteggere i dati personali facendo parte di una comunità online in costante crescita può rappresentare una sfida. Basta che qualche malintenzionato entri in possesso di informazioni personali per causare furti d’identità o altri costosi crimini, con conseguenze che durano per anni. Tuttavia, utilizzando in modo coerente alcune intelligenti strategie di privacy si possono evitare guai e perdite di denaro. In occasione del Data Privacy Day che si celebra il 28 gennaio, gli esperti di WatchGuard Technologies condividono 8 consigli per la sicurezza dei dati personali.

1. Considera sospetto ogni messaggio inatteso

È sempre più frequente ricevere e-mail, messaggi e chiamate che sembrano provenire da persone legittime e da aziende con cui si hanno rapporti. Amazon, PayPal e persino i colleghi potrebbero inviare messaggi che ad un’attenzione lettura e osservazione presentano elementi strani. Occorre evitare di aprire questi messaggi e non inviare dati personali ai mittenti prima di averli verificati in prima persona.

2. Resisti alla tentazione di cliccare su link e scaricare file

Clicca sui link che ricevi da amici, parenti, colleghi e aziende di cui ti fidi, ma i link e i file provenienti da fonti inaffidabili o sospette devono essere trattati in modo diverso. Indaga su quei link, cercando di scoprire il loro effettivo indirizzo web e non fare clic sul link né scarica file di origini sospette.

3. Usa un password manager

È impossibile che si riescano a ricordare le password per tutti gli account che usiamo e, se ci riuscissimo, allora le password sarebbero troppo semplici e facilmente hackerabili. Un password manager non solo tiene lontani gli hacker dai dati personali dei nostri account, ma semplifica gli accessi eliminando qualsiasi seccatura.

4. Usa l’autenticazione multifattore ogni volta che è possibile

Sappiamo che esistono violazioni che potrebbero aver causato una fuga dei nostri dati personali e persino delle password. Per garantire che gli hacker non possano accedere alle informazioni personali nei tuoi account anche se possiedono le credenziali di accesso corrette, imposta tutte le volte che puoi l’autenticazione a 2 fattori o multifattore, che prevede una risposta di verifica a tempo tramite telefono o e-mail, oltre alle credenziali del tuo account.

5. Leggi le informative sulla privacy prima di creare un account

In parte per via degli attuali regolamenti globali sulla privacy dei dati, alle aziende viene richiesto, di norma, di rivelare in che modo tratteranno i dati personali. Leggendo le informative sulla privacy pubblicate, posso sapere se venderanno i miei dati a terzi e in che modo usano le informazioni raccolte dai cookies del sito web. Prima di creare un account sul sito di un’azienda e salvare le relative informazioni, accertati che essa non divulgherà o utilizzerà i tuoi dati personali in modi rischiosi.

6. Tieni aggiornati antivirus e software di sicurezza sui tuoi dispositivi

I malware possono essere installati sul tuo computer senza che tu te ne renda conto: questo consente ai cybercriminali di rubare dati dal tuo sistema e persino di registrare la sequenza di tasti che digiti in altri sistemi.  Per ridurre questi rischi è necessaria una rigida sicurezza degli endpoint, i cui software vanno aggiornati regolarmente al fine di bloccare anche le minacce più all’avanguardia. Fai attenzione agli alert che suggeriscono che la tua sicurezza sta per diventare/è inattiva, è scaduta e/o obsoleta e attivati immediatamente per rimediare alla situazione.

7. Ricorda che le connessioni WiFi pubbliche sono esposte

Se di tanto in tanto hai bisogno di collegarti a hotspot WiFi pubblici, ricordati che non è certo che il gestore abbia messo in atto tutte le necessarie misure di sicurezza, quindi non immettere dati personali senza prima avviare una VPN o un altro strumento per comunicazioni criptate.

8. Interagisci in sicurezza sui social media

I social media come Facebook, Instagram, SnapChat, YouTube e Twitter offrono opportunità uniche per tenersi in contatto con gli amici e la famiglia, nonché per incontrare e conoscere persone affini. Tuttavia, non si avrà mai la totale certezza di comunicare con le persone con cui credo di parlare, né che gli scopi degli interlocutori siano del tutto onesti. Ecco perché, bisogna fare ancora più attenzione a non divulgare informazioni personali a persone sconosciute. Come?

  • attivando le impostazioni di privacy disponibili al fine di nascondere a tutti le informazioni relative al tuo profilo e ai tuoi post, escludendo solo le persone che hai accettato nella tua community
  • accettando di far entrare nella tua community solamente persone che conosci
  • non immettendo informazioni personali in sondaggi, form o moduli aperti dalle pubblicità

Le nostre strategie di sicurezza devono evolversi per tenere il passo degli ambienti digitali in continua evoluzione. Governi e aziende in tutto il mondo cercano di fare informazione e di fornire indicazioni su come tutelare la sicurezza e la privacy, ma anche numerosi “hacker buoni” condividono importanti contenuti sulla sicurezza, come ad esempio gli esperti WatchGuard tramite il blog aziendale.

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.